Attualità

Bambino di 9 anni guarisce dal cancro al fegato 

14/04/2020 alle 20h

Il cancro è una malattia devastante, che non sceglie l'età o il tipo di persona che influenzerà. Gli anziani, gli adulti e, purtroppo, anche i bambini possono sviluppare la malattia e sentirsi in dovere di affrontare il suo duro trattamento.

È il caso del piccolo Saul Barry Hayden, di soli 9 anni, che dopo un'enorme sfida ha superato un tumore molto raro. Dopo essersi lamentato per il dolore all'addome, sua madre, Vicki Kay-Spruce, notò che c'era un piccolo nodulo nella pancia di suo figlio.

Preoccupata, lo portò ad un appuntamento presso l'Ospedale pediatrico Alder Hey di Liverpool (Inghilterra), dove madre e figlio ricevettero una tragica notizia: a Saul fu diagnosticato un tumore maligno al 4° stadio.

Solo per darvi un'idea, questo tipo di cancro si è verificato solo in 53 persone nel mondo e solo cinque di loro sono sopravvissute al trattamento, secondo il quotidiano britannico Daily Mail. Ma questo risultato stimolante è stato possibile solo dopo molti trattamenti e interventi chirurgici estremamente rischiosi.

Il bamvbino ha dovuto sottoporsi a una serie di test, più di 300 iniezioni e circa 13 cicli di chemioterapia per cercare di regredire le dimensioni del tumore.

Il bambino ha anche affrontato undici round di radioterapia e raccolta di cellule staminali. Secondo Vicki, il figlio aveva ancora infezioni multiple e fino a quattro denti adulti estratti a causa di problemi causati dalla forte terapia.

Tuttavia, nulla si è rivelato efficace quanto la chirurgia pionieristica, ma molto delicato. Dopo una piccola riduzione del tumore, gli specialisti hanno deciso di andare avanti ed eseguire un'operazione che consisteva nella rimozione del fegato del bambino all'ospedale pediatrico di Birmingham.

Tagliarono le cellule tumorali dell'organo, prima di rimetterlo nel corpo del piccolo Saul. Un'arteria infetta doveva anche essere rimossa a causa del rischio di metastasi.

Continua a leggere...

L'operazione è durata circa 10 ore, ma le sfide sono continuate. Il bambino ha dovuto affrontare più sessioni di chemioterapia e radioterapia, ma il fatto è che, in breve tempo, i medici hanno scoperto che Saul era guarito al 100%!

Il risultato estremamente positivo del trattamento ha riempito non solo il bambino, ma anche sua madre di felicità. A causa della malattia, Saul ha dovuto smettere di andare a scuola e abbandonare qualsiasi attività comune per qualsiasi bambino a quell'età.

Lontano dagli ospedali, ora il bambino potrà tornare a dedicarsi a uno dei suoi più grandi hobby: giocare ai videogiochi. 

Ecco perché è importante non perdere mai la speranza. Con un sorriso sul volto e l'aspettativa che tutto andasse bene, Saul affrontò uno dei problemi più gravi che una persona potesse incontrare.

Conosci qualcuno che ha superato il cancro? Raccontaci nei commenti e condividi questa storia sui tuoi social network.

CERCA
CONSIGLIATI