Emozioni

"Ho 30 anni e sono single, ho qualcosa che non va?": Uno psicologo spiega perché non dovresti sentirti frustrato

16/05/2019 alle 16h

Essere single può essere una delle più grandi benedizioni quando sei giovane: hai la libertà di esplorare senza limiti, seguendo i tuoi desideri e il tuo istinto. Ma quando i 30 anni si avvicinano, di solito è preoccupante perché nella tua mente ha pensieri del tipo 'rimarrò da solo per sempre?' e la frustrazione a quel punto potrebbe arrivare.

Perché non dovresti essere frustrato di essere single a 30 anni?

L'amore non è meritocrazia

Molte persone potrebbero pensare "è un peccato che lei sia carina, intelligente e single". "Ciò implicherebbe che le persone dovrebbero essere in un certo modo per attrarre l'amore e che se sono sole è perché hanno qualcosa di sbagliato. Quel pensiero è malsano e improduttivo", ha spiegato la psicologa Deborah Carr a Psychology Today. Aggiunge che la ricerca del partner perfetto non è come cercare un'auto o un lavoro. "Stiamo cercando una persona completa, non una borsa delle caratteristiche desiderabili."

Non sarai mai solo

Le proiezioni degli specialisti in demografia hanno stimato che tre quarti dei millennial si sposeranno a 40 anni, quindi non hai nulla di cui preoccuparti.

Quello che cerchiamo cambia nel tempo e va bene.

A 30 anni, la datazione può essere alquanto complessa, soprattutto perché le nostre preferenze sono cambiate rispetto a ciò che vogliamo in una coppia. "Nel corso degli anni, ci concentriamo più sulla sostanza della persona che sul suo aspetto o status economico". Se a 20 anni volevi qualcuno muscoloso e con gli occhi azzurri, ad esempio, dopo anni abbiamo prendi in considerazione caratteristiche come umorismo, gentilezza e compatibilità tra i due.

Continua a leggere...

Il matrimonio non è la cura di tutto

È vero che le persone felici come una coppia possono vivere più a lungo e meglio, ma un matrimonio cattivo è peggio che essere single. Molte persone sposate si sentono molto sole perché sono insoddisfatte in quella relazione d'amore. 

Essere single ha i suoi benefici

Non avere un partner ti dà l'autonomia di scegliere dove vivere, cosa vedere in TV e cosa mangiare a cena, per esempio. Puoi anche perseguire obiettivi e avventure che potresti non sperimentare da sposato. Molti adulti restano single più a lungo al fine di esplorare i loro obiettivi di carriera e prendere i rischi sognati. E non sono necessariamente tristi di essere single, al contrario: hanno amici, le loro attività per aumentare la loro felicità quotidiana.

Lascia un mi piace e condividi l'articolo con i tuoi amici!

CERCA
CONSIGLIATI