Emozioni

La paura di vedere la verità provoca la forza dell'ignoranza

05/06/2020 alle 20h

“A volte le persone non vogliono sentire la verità, perché non vogliono che le loro illusioni vengano distrutte. "Nietzsche.

Rimani o lasci la caverna? Una domanda che attraversa la storia poiché gli uomini si capiscono come uomini. È meglio godersi una realtà fantastica ma confortevole o sperimentare la verità in tutta la sua durezza?

Vivere come soggetto cosciente ha un alto prezzo psicologico. Nel mito della caverna stessa, ci rendiamo conto che gli uomini tendono a preferire accontentarsi delle ombre, piuttosto che conoscere l'esterno, dopo tutto, per quanto false siano le ombre, sono sotto la costante protezione delle rocce della caverna, che significa che quando si decide di andarsene, non si può tornare indietro, perché le rocce, che lo sguardo del servo comprende come protezione, per coloro che si svegliano, rappresentano la prigione.

L'ignoto magnetizza attraverso la paura. Pertanto, la maggior parte delle volte, preferiamo rimanere dove siamo, per quanto avversa possa essere la situazione, poiché il vecchio gode del beneficio della conoscenza e della permanenza, il che lo rende meno temuto del nuovo, che ancora non è noto e non si sa cosa ci farà pagare.

Continua a leggere...

In altre parole, anche se la situazione che stiamo vivendo è sfavorevole, tendiamo ad essere a nostro agio a causa della paura di ciò che non è ancora noto e, quindi, può essere peggio di ciò che è già vissuto.

Questo conforto o compiacenza, tuttavia, non si limita alla paura dell'ignoto, ma anche alla stessa riluttanza a lottare per la modifica della condizione, che, di conseguenza, rende gli elementi e gli istituti applicati allo scopo di mantenere lo status quo ha successo.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

CERCA
CONSIGLIATI