Benessere

La sclerosi multipla è molto vicina a ottenere una cura

18/09/2019 alle 09h

Sì, la sclerosi multipla è molto vicina a vincere una cura. Secondo a dotoressa Su Metcalfe, che lavora presso la prestigiosa Università di Cambridge, nel Regno Unito, la cura per la sclerosi multipla sta per essere sviluppata.

La dotoressa ha scoperto che un cambiamento all'interno delle cellule immunitarie del corpo può "ripristinarle", riportandole alla loro precedente attività, cioè quando erano convenzionali e sane.

"Non stiamo usando alcun farmaco, stiamo semplicemente accendendo i sistemi di auto-tolleranza e di riparazione del corpo", ha detto Metcalfe in un'intervista con Cambridgeshire Live.

"Non ci sono effetti collaterali. L'autoimmunità si verifica quando l'equilibrio è un pò sbagliato e lo ridefiniamo semplicemente. Una volta fatto, diventa autosufficiente e non devi continuare a fare la terapia perché il corpo ha il suo equilibrio indietro."

Sempre secondo Metcalfe, uno dei principali elementi della ricerca preclinica coinvolge il fattore inibitore della leucemia (LIF): una piccola proteina di segnalazione che agisce sulle cellule staminali del corpo.

"[LIF] è in grado di attivare queste cellule per sostituire le cellule danneggiate durante la riparazione dei tessuti, ad esempio la riparazione di un muscolo lacerato", continua. "Un altro ruolo importante di LIF è quello di mantenere un sistema nervoso centrale sano, proteggendo i nervi e mantenendo la mielina."

Cinque anni fa, la scienziata ha fondato la società Cambridge LIF-NanoRx per approfondire e proteggere ulteriormente la sua ricerca. L'idea era di guidare una dose misurata delle minuscole particelle specializzate ai nervi danneggiati e di ripararli.

Sebbene gli sforzi della scienziata si siano concentrati principalmente sulla sclerosi multipla, spera di lavorare di più su questi risultati per fare lo stesso con altre malattie, come la psoriasi e il diabete e se potesse sviluppare la tecnica per attraversare la barriera emato-encefalica, potrebbe anche usare lo stesso metodo per curare forse la demenza.

A seconda dell'interesse delle società farmaceutiche e degli investitori privati per finanziamenti più completi, i test sull'uomo potrebbero iniziare già nel 2020.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Sì, la sclerosi multipla è molto vicina a vincere una cura. Secondo a dotoressa Su Metcalfe, che lavora presso la prestigiosa Università di Cambridge, nel Regno Unito, la cura per la sclerosi multipla sta per essere sviluppata.

La dotoressa ha scoperto che un cambiamento all'interno delle cellule immunitarie del corpo può "ripristinarle", riportandole alla loro precedente attività, cioè quando erano convenzionali e sane.

"Non stiamo usando alcun farmaco, stiamo semplicemente accendendo i sistemi di auto-tolleranza e di riparazione del corpo", ha detto Metcalfe in un'intervista con Cambridgeshire Live.

"Non ci sono effetti collaterali. L'autoimmunità si verifica quando l'equilibrio è un pò sbagliato e lo ridefiniamo semplicemente. Una volta fatto, diventa autosufficiente e non devi continuare a fare la terapia perché il corpo ha il suo equilibrio indietro."

Sempre secondo Metcalfe, uno dei principali elementi della ricerca preclinica coinvolge il fattore inibitore della leucemia (LIF): una piccola proteina di segnalazione che agisce sulle cellule staminali del corpo.

"[LIF] è in grado di attivare queste cellule per sostituire le cellule danneggiate durante la riparazione dei tessuti, ad esempio la riparazione di un muscolo lacerato", continua. "Un altro ruolo importante di LIF è quello di mantenere un sistema nervoso centrale sano, proteggendo i nervi e mantenendo la mielina."

Continua a leggere...
Loading...
CERCA
CONSIGLIATI