Attualità

Ogni notte trasformano questo parcheggio in un rifugio sicuro per i senzatetto

01/12/2019 alle 12h

I senzatetto affrontano più difficoltà di quanto possiamo immaginare. Sono totalmente vulnerabili, non hanno un posto dove andare, un tetto per proteggersi dalla pioggia e dal freddo e improvvisano con ciò che possono per trovare un modo per sopravvivere.

Il più delle volte vengono ignorati dalla società e visti come un fastidio, ma per fortuna non tutti la pensano così, alcuni riconoscono la loro situazione e fanno del loro meglio per aiutarli a mantenere la loro dignità e protezione.

Questo è il caso di un ente di beneficenza australiano, Beddown, che ha avuto una grande idea per accogliere i senzatetto.

Ha trasformato i parcheggio coperti vuoti la notte in rifugi temporanei per i senzatetto:

Queste persone soffrono di privazione del sonno a causa delle loro condizioni di vita, poiché devono sempre essere attenti a proteggersi, e questo porta ad altri problemi come depressione, diabete, ipertensione, obesità, perdita di memoria. Può anche compromettere la funzione cognitiva e portare all'uso di alcol o droghe.

Per aiutarli, Beddown chiese a uno dei più grandi operatori di parcheggio locale, Secure Parking, di ospitare queste persone nei loro parcheggi di notte, e la società accettò di fare un test di due settimane nella città di Brisbane.

L'istituzione ha anche fornito vari servizi ai senzatetto, come quelli offerti da medici, infermieri, dentisti, parrucchieri. Tutti possono ripulirsi, procurarsi nuovi vestiti e accedere ai servizi sociali.

“Cercheremo di avvicinarci il più possibile a un letto comodo e adeguato per garantire ai senzatetto un'ottima notte di sonno, questo è il nostro obiettivo finale. La privazione del sonno è un grosso problema per i senzatetto, quindi trovarsi in un posto che offre riparo ed è sicuro e confortevole, crediamo che avrà un grande impatto su coloro che ne usufriranno”, ha scritto l'associazione sulla sua pagina Instagram. 

Dopo i primi test, hanno elaborato alcune statistiche:

41 ospiti hanno usufruito del servizio di Beddown durante il periodo di prova:

Il 77% di loro erano maschi e il 23% erano femmine.

Gli ospiti hanno valutato dormire a 5 (da 0 a 5) e i letti anche a 4,5 (da 0 a 5) in media.

Il 100% degli ospiti ha dichiarato di sentirsi al sicuro durante il soggiorno.

Superando la capacità ricettiva, nove persone non sono state accettate in una notte.

La persona più giovane che ha tentato di accedere a Beddown aveva solo 15 anni.

Il progetto prende vita:

“È stato bello iniziare a dare vita alla visione di Beddown ieri sera con un gruppo di nostri straordinari volontari. Grazie al nostro straordinario gruppo di volontari che sono arrivati sabato sera per aiutarci a testare e costruire dei letti. Sebbene, come previsto, abbiamo dovuto affrontare alcune sfide, è stato fantastico iniziare a dare vita a Beddown. Beddown fornirà una risposta immediata a coloro che dormono in strada per l'accesso a un rifugio sicuro, un letto comodo e un ottimo riposo notturno. Lavoreremo con gli altri nostri partner collaborativi per fornire soluzioni a lungo termine ed elaborare i nostri ospiti per alloggi, istruzione e opportunità di lavoro e infine avviare l'attività (questa è l'obiettivo)" , hanno detto i progettisti del progetto in una nota. 

Alcuni dei senzatetto che hanno partecipato al progetto hanno commentato le loro esperienze: “Dopo aver trascorso la settimana qui, dormendo bene la notte e avendo una routine, mi sono ricordato com'è la vita e sono andato in riabilitazione per sei mesi. Potendo dormire tutta la notte e lontano dalle droghe, sono più attivo durante il giorno e non uso droghe da otto giorni. "

Che iniziativa straordinaria! Tutti meritano di essere trattati con rispetto e dignità. Non sappiamo domani cosa accadrà domani, quindi dovremmo fare ciò che possiamo per gli altri e seminare karma più positivo per noi stessi.

Lasciamo qui i nostri ringraziamenti ai volontari del progetto e al desiderio che sempre più iniziative come questa diventino un luogo comune.

Lascia un mi piace e condividi questa stupenda storia con i tuoi amici!

I senzatetto affrontano più difficoltà di quanto possiamo immaginare. Sono totalmente vulnerabili, non hanno un posto dove andare, un tetto per proteggersi dalla pioggia e dal freddo e improvvisano con ciò che possono per trovare un modo per sopravvivere.

Il più delle volte vengono ignorati dalla società e visti come un fastidio, ma per fortuna non tutti la pensano così, alcuni riconoscono la loro situazione e fanno del loro meglio per aiutarli a mantenere la loro dignità e protezione.

Questo è il caso di un ente di beneficenza australiano, Beddown, che ha avuto una grande idea per accogliere i senzatetto.

Ha trasformato i parcheggio coperti vuoti la notte in rifugi temporanei per i senzatetto:

Queste persone soffrono di privazione del sonno a causa delle loro condizioni di vita, poiché devono sempre essere attenti a proteggersi, e questo porta ad altri problemi come depressione, diabete, ipertensione, obesità, perdita di memoria. Può anche compromettere la funzione cognitiva e portare all'uso di alcol o droghe.

Per aiutarli, Beddown chiese a uno dei più grandi operatori di parcheggio locale, Secure Parking, di ospitare queste persone nei loro parcheggi di notte, e la società accettò di fare un test di due settimane nella città di Brisbane.

L'istituzione ha anche fornito vari servizi ai senzatetto, come quelli offerti da medici, infermieri, dentisti, parrucchieri. Tutti possono ripulirsi, procurarsi nuovi vestiti e accedere ai servizi sociali.

“Cercheremo di avvicinarci il più possibile a un letto comodo e adeguato per garantire ai senzatetto un'ottima notte di sonno, questo è il nostro obiettivo finale. La privazione del sonno è un grosso problema per i senzatetto, quindi trovarsi in un posto che offre riparo ed è sicuro e confortevole, crediamo che avrà un grande impatto su coloro che ne usufriranno”, ha scritto l'associazione sulla sua pagina Instagram. 

Dopo i primi test, hanno elaborato alcune statistiche:

41 ospiti hanno usufruito del servizio di Beddown durante il periodo di prova:

Il 77% di loro erano maschi e il 23% erano femmine.

Gli ospiti hanno valutato dormire a 5 (da 0 a 5) e i letti anche a 4,5 (da 0 a 5) in media.

Continua a leggere...

Il 100% degli ospiti ha dichiarato di sentirsi al sicuro durante il soggiorno.

Superando la capacità ricettiva, nove persone non sono state accettate in una notte.

La persona più giovane che ha tentato di accedere a Beddown aveva solo 15 anni.

Il progetto prende vita:

“È stato bello iniziare a dare vita alla visione di Beddown ieri sera con un gruppo di nostri straordinari volontari. Grazie al nostro straordinario gruppo di volontari che sono arrivati sabato sera per aiutarci a testare e costruire dei letti. Sebbene, come previsto, abbiamo dovuto affrontare alcune sfide, è stato fantastico iniziare a dare vita a Beddown. Beddown fornirà una risposta immediata a coloro che dormono in strada per l'accesso a un rifugio sicuro, un letto comodo e un ottimo riposo notturno. Lavoreremo con gli altri nostri partner collaborativi per fornire soluzioni a lungo termine ed elaborare i nostri ospiti per alloggi, istruzione e opportunità di lavoro e infine avviare l'attività (questa è l'obiettivo)" , hanno detto i progettisti del progetto in una nota. 

Alcuni dei senzatetto che hanno partecipato al progetto hanno commentato le loro esperienze: “Dopo aver trascorso la settimana qui, dormendo bene la notte e avendo una routine, mi sono ricordato com'è la vita e sono andato in riabilitazione per sei mesi. Potendo dormire tutta la notte e lontano dalle droghe, sono più attivo durante il giorno e non uso droghe da otto giorni. "

Che iniziativa straordinaria! Tutti meritano di essere trattati con rispetto e dignità. Non sappiamo domani cosa accadrà domani, quindi dovremmo fare ciò che possiamo per gli altri e seminare karma più positivo per noi stessi.

Lasciamo qui i nostri ringraziamenti ai volontari del progetto e al desiderio che sempre più iniziative come questa diventino un luogo comune.

Lascia un mi piace e condividi questa stupenda storia con i tuoi amici!

Loading...
CERCA
CONSIGLIATI