Emozioni

Più gli insegui, meno sarai apprezzata. La colpa della tua sofferenza non è il tuo "ex"

29/05/2020 alle 20h

La colpa della tua sofferenza non è l '"ex", non sono le cose che lui sta facendo, non è la gelosia che ti eccita, non sono le parole grottesche e umilianti che ti parlano ogni volta che insisti nel riprendere ciò che è già andato, non è il modo in cui lo tratti oggi, dopo un pò di tempo insieme.

La colpa della tua sofferenza è tua, per non aver accettato la fine, per la mancanza di amore per te stesso, per non guardarti allo specchio ogni giorno e riconoscere il grande valore che hai.

Trovo estremamente faticoso per te correre dietro a qualcuno che ti disprezza solo, genera ferite, toglie la tua autostima, ti fa sentire inferiore, ti acceca a ciò che la vita ha da offrirti e a ciò che Dio ha preparato per te.

Più ci insegui, meno significherai per loro perché pensi di essere "troppo" e perché senti meno per la sensazione che non chiamerei più amore, ma dipendenza, mancanza, paura, attaccamento.

Continua a leggere...

Sfortunatamente, è così che non dico la maggior parte, ma certe relazioni, quando giungono al termine, non sono sempre per i due cuori, e chi ama veramente soffre a causa di quanto ha offerto, per quanto era disposto a prendersi cura dell'altro. 

Credo nel tempo di Dio per tutte le cose, ho fiducia nei colpi di scena della vita e so che tutto passa, tutto, quel dolore risveglia il nostro desiderio di crescere e che anche se oggi la disprezza, un giorno la vita ti ricorderà chi eri.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

CERCA
CONSIGLIATI