Benessere

Scopri quando la pressione sanguigna bassa e la frequenza cardiaca elevata possono essere pericolose

27/03/2020 alle 09h

La pressione sanguigna è una misura della forza che il cuore usa per pompare il sangue nel corpo. È determinato sia dalla quantità di sangue pompata dal cuore sia dalla resistenza al flusso sanguigno nelle arterie.

Più sangue pompa il cuore e più strette sono le arterie, maggiore è il livello di pressione sanguigna ed è qui che abbiamo ipertensione. A sua volta, la frequenza cardiaca corrisponde al numero di battiti che il cuore batte di una persona al minuto.

Il normale indice di frequenza cardiaca varia da individuo a individuo, tuttavia, quando una persona è seduta o sdraiata, calma, rilassata e non è malata, la frequenza cardiaca è in genere compresa tra 60 e 100 battiti al minuto.

Tuttavia, una frequenza cardiaca inferiore a 60 può essere osservata nelle persone che assumono farmaci beta-bloccanti e nelle persone che praticano molte attività fisiche o sono molto atletiche.

Il funzionamento improprio dei circuiti elettrici del cuore può comportare un aumento della frequenza cardiaca insieme a bassa pressione sanguigna.

Lo specialista della frequenza cardiaca ha spiegato che quando il cuore ha una frequenza anormale e rapida, che coinvolge qualcosa di oltre 100 battiti al minuto, ma più vicino a 160 battiti al minuto, non può riempirsi adeguatamente di sangue.

Continua a leggere...

Quindi, la segnalazione elettrica caotica causa la sincronizzazione dei muscoli del cuore tra le camere superiore e inferiore. Il cardiologo ha anche sottolineato che una minore efficienza nel cuore equivale a una minore quantità di sangue pompato dal corpo, che equivale a una bassa pressione.

Ma come faccio a sapere se la mia frequenza cardiaca è troppo veloce?

Può essere molto difficile essere in grado di identificarsi da solo quando la frequenza cardiaca è troppo alta, tuttavia, poiché tutta la rapidità del battito cardiaco e l'inefficienza nel pompare il sangue attraverso il corpo possono privare gli organi e i tessuti di ossigeno, è essenziale fornire attenzione ai segnali che l'organismo dà.

Si consiglia di prendere un appuntamento con un medico quando si notano sintomi quali: respiro corto, vertigini, cuore che corre, dolore al petto, svenimento o sensazione di malessere generale.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

CERCA
CONSIGLIATI